CONTENUTO DEL CONTRATTO

Download delle Condizione generali di vendita (CGV)


Parti del contratto sono:

·         L´ordine

·         La conferma dell´ordine

·         Le condizioni generali di consegna e vendita

·         Le condizioni di pagamento

·         Le condizioni di assemblaggio

·         La descrizione delle prestazioni come parte della merce consegnata

·         Ulteriori accordi





CONDIZIONI GENERALI DI CONSEGNA E DI VENDITA



1.       PREAMBOLO

1.1  
Le condizioni generali di consegna sono valide fintanto che le parti non abbiano concordato esplicitamente e per iscritto qualcosa di diverso.


Le parti contraenti sono:

Il produttore dell´impianto o/ e la ditta fornitrice, in seguito definito venditore
Il cliente del venditore, in seguito definito acquirente.
Nell´eventualità in cui si auspicassero successivi cambiamenti nei contenuti del contratto, questi sono da comunicare separatamente al venditore indicando i cambiamenti desiderati, sebbene il silenzio da parte del venditore non equivalga ad assenso. L´assenso è valido solo se il desiderato cambiamento è stato contrassegnato dal venditore.

1.2  
Le seguenti disposizioni in merito alla consegna di merci valgono nel loro significato anche per le prestazioni. Per lavori di assemblaggio valgono a completamento le condizioni di assemblaggio che si attengono all´Associazione Professionale dell´Industria delle Macchine e delle Costruzioni in Acciaio dell´Austria.


1.3  
Il rapporto contrattuale è soggetto esclusivamente alla legge austriaca. Per l´applica
zione e interpretazione delle disposizioni del contratto valgono oltre al contenuto del contratto l´HGB (il codice di commercio), l´AGB (le condizioni generali di contratto) e la legge sulla tutela dei consumatori nelle versioni vigenti di volta in volta. L´invalidità di singole disposizioni contrattuali che ne potrebbe derivare, non interessa la validità delle disposizioni restanti. Al posto delle condizioni invalide sopraggiungono quelle disposizioni di legge più vicine al senso giuridico e commerciale delle disposizioni invalide.

1.4  
L´applicazione del diritto di compravendita internazionale (convenzione ONU) è
esclusa di comune accordo.



2.       OFFERTE

2.1  
Tutte le offerte sono non impegnative, i preventivi di spesa non sono vincolanti.


2.2  
Documenti come illustrazioni, schizzi, disegni, prospetto dei costi ecc. sono poi vincolanti se ciò è dichiarato esplicitamente e per iscritto. Tutte le indicazioni contenute in cataloghi e listini prezzi, come anche colori e illustrazioni non sono vincolanti per l´acquirente.


2.3  
L´acquirente è obbligato a controllare la completezza e correttezza della documentazione consegnatagli dal venditore.




3.       CONCLUSIONE DEL CONTRATTO

3.1  
Il contratto è considerato concluso, se il venditore, dopo la ricezione dell´ordine, ha consegnato o spedito una conferma scritta dell´ordine.


3.2  
Cambiamenti o integrazioni del contratto necessitano per la loro validità la conferma scritta del venditore. I costi sorti in seguito a cambiamenti o annullamenti del contratto sono a carico dell´acquirente.
Se un ordine non fosse eseguito, per ragioni imputabili al committente, il venditore può esigere diritti amministrativi pari al 20% dell´ammontare dell´ordine e mettere in fattura nella loro totalità le parti già realizzate completamente.

3.3  
Se per ragioni tecniche o economiche l´ordine debba essere cambiato
(ampliato)durante l´evasione, il venditore ha il diritto di eseguire l´ordine in un´entità che secondo la sua competente valutazione reputa sensata nell´interesse dell´acquirente.

3.4  
Per un ordine che oltrepassa l´entità concordata, è necessario ricevere il consenso scritto dell´acquirente. Nel caso in cui l´acquirente non acconsenta a un simile cambiamento, il venditore ha il diritto di fatturare il lavoro eseguito fino a quel momento e di rifiutare l´ulteriore evasione dell´ordine cioè della consegna.




4.       PROGETTI E DOCUMENTAZIONE

4.1 
Progetti, schizzi, preventivi di spesa e altra documentazione tecnica, che possono
anche essere parte dell´offerta, rimangono, come pure modelli, cataloghi, prospetti, illustrazioni e simili, di proprietà intellettuale del venditore. Ogni utilizzazione, copia, riproduzione, divulgazione e consegna a terzi, pubblicazione e rappresentazione può avvenire solo con consenso esplicito del proprietario o meglio del venditore.



5.       SOFTWARE DELL´IMPIANTO

5.1 
Programmi di comando e regolazione che monitorano il funzionamento dell´impianto
consegnato, rimangono di proprietà del venditore. Con il pagamento completo della consegna concernente le apparecchiature, l´acquirente ottiene un diritto di utilizzo a tempo limitato per il programma di regolazione riguardante il suo impianto.



6.       CONSEGNA

6.1  
Se sono concordati dei termini di consegna, questi sono vincolanti. Se non sono fatti altri accordi, vale quanto segue:


6.2  
Il termine di consegna inizia con il più posticipato dei seguenti momenti


a)      Data dell´ordine

b)      Data dell´adempimento di tutti i presupposti tecnici, commerciali e finanziari di competenza dell´acquirente secondo gli accordi.

c)       La data in cui il venditore ottiene un acconto da corrispondere prima della consegna e/o altra garanzia di pagamento sia stata aperta o debba essere ancora eseguita.

6.3  
Una chiarezza tecnica riguardo a tutte le misure che influiscono sull´entità della consegna deve sussistere conformemente ai termini concordati. Se ciò non avviene senza un indebitamento del venditore, il venditore ha il diritto di tenere per sé la consegna e di mettere in fattura all´acquirente tutti i costi derivanti.


6.4  
Il venditore ha il diritto di eseguire la consegna in parti e prima del termine finale.


6.5  
Si ritarda una consegna per via di una circostanza occorsa al venditore, riconducibile a una causa di esonero ai sensi dell´art. 7 viene concessa una dilazione del termine di consegna.


6.6  
Se il venditore ha causato un ritardo di consegna, l´acquirente può o pretendere l´adempimento o con l´apposizione di una proroga adeguata, può dichiarare il recesso dal contratto. In caso di fabbricazioni speciali, bisogna considerare nel calcolo della proroga che le parti già lavorate dal venditore non sono eventualmente in altro modo utilizzabili. In questo caso i costi sono addebitati all´acquirente. Nei confronti del venditore non sorgono in nessun caso diritti di risarcimento danni.


6.7  
Se l´acquirente non ritira le merci messe a disposizione nel luogo pattuito o nel momento contrattualmente concordato, in questo caso l´immagazzinamento delle merci deve avvenire a spese e a rischio dell´acquirente. Il venditore ha inoltre il diritto per tutte le spese giustificate che gli sono sopraggiunte per l´esecuzione del contratto e che non sono incluse nei pagamenti ricevuti,di pretenderne il risarcimento con l´esclusione di tutte le altre pretese nei confronti dell´acquirente per via del ritardo.


6.8  
Altri diritti dell´acquirente nei confronti del venditore, diversi da quelli citati nell´art. 6 a causa del ritardo sono esclusi.


6.9  
Se il luogo di consegna si trova al di fuori del mercato interno dell´Unione Europea, l´acquirente è obbligato a fornire tutte le autorizzazioni necessarie per l´importazione, eventualmente per l´assemblaggio e la messa in funzione e di informare della loro esistenza il venditore onde evitare ritardi nell´evasione dell´ordine. L´acquirente risponde in caso di mancato adempimento di tali obblighi e per i ritardi nonché per i danni che ne derivano. Inoltre certi ritardi interrompono eventualmente i termini di consegna concordati. Restrizioni alle importazioni dello stato in cui il venditore deve effettuare la propria prestazione, non intaccano la validità del contratto. Se il ritiro da parte dell´acquirente risultasse impossibile a causa delle limitazioni legali alle importazioni, l´acquirente stesso si obbliga a risarcire al venditore i danni che ne sono conseguiti.




7.       CAUSE DI ESONERO

7.1  
Le seguenti circostanze valgono come cause di esonero, cause di forza maggiore, nel caso in cui sorgano dopo la conclusione del contratto e ne impediscano l`adempimento, : incendio, mobilitazione, confisca, embargo, divieto di trasferimento di valuta estera, rivolta, mancanza di mezzi di trasporto, generale carenza di beni di approvvigionamento, limitazione dell´utilizzo di energia, caduta di un aereo, , eruzione di un vulcano, terremoto, valanga, frana, ciclone, onda di maremoto e varie azioni di forza maggiore. Sopraggiunge il caso che la prestazione per le citate ragioni diventi impossibile, il venditore può totalmente o in parte recedere dal contratto senza che sorgano per l´acquirente dei diritti di risarcimento danni a carico del venditore.


7.2  
Per eventi di forza maggiore s´intendono solamente gli eventi che per le parti sono imprevedibili e inevitabili o vengono dal cielo.


7.3  
L´acquirente ostacolato da un evento può riferirsi solo all´esistenza di una causa di esclusione, se lo stesso immediatamente, ma al più tardi entro 5 giorni, consegna una presa di posizione scritta dell´autorità governativa o della camera di commercio del paese fornitore, circa l´inizio e la fine prevedibile dell´impedimento, le cause, l´effetto atteso e la durata del ritardo. In questo caso viene trattata una soluzione di comune accordo. Se poi nessuna delle soluzioni fosse realizzabile, il venditore può recedere totalmente o in parte dal contratto.




8.       IMBALLAGGIO

8.1  
In mancanza di accordo divergente


a)      I prezzi indicati s´intendono senza imballaggio.

b)      Vengono utilizzati quegli imballaggi e quei mezzi di trasporto che secondo il giudizio del venditore si rivelano adatti.



9.       CONDIZIONI DI SPEDIZIONE E DI TRASPORTO

9.1  
Se non è stato concordato diversamente, la consegna di completi impianti caldaia avviene ad opera del venditore. I costi del trasporto sono calcolati separatamente e s´intendono come riferiti ad un´unica consegna anche se la stessa ha avuto luogo in più tranches.


9.2  
Se delle parti dell´impianto sono spedite singolarmente , come successivamente auspicato, i costi aggiuntivi che ne derivano, saranno addebitati separatamente in fattura.




10.   TRASFERIMENTO DEI RISCHI

10.1                     
Se non è stato concordato diversamente, la merce “ franco fabbrica” (EXW)
s´intende venduta.

10.2                     
Per il resto valgono gli INCOTERMS nella versione vigente il giorno della conclusione del contratto.




11.   RITIRO DELLA MERCE/ CONTROLLO

11.1                     
Dopo la consegna dell´impianto viene redatto un protocollo di accettazione. Questo dev´essere sottoscritto dall´acquirente. Se l´acquirente o il suo rappresentante legale non sono presenti, nonostante l´adeguata informazione da parte del venditore, il protocollo di accettazione deve essere firmato solo dal venditore. Il venditore è tenuto a trasmettere una copia del protocollo di accettazione all´acquirente, la cui esattezza non può essere contestata dall´acquirente, se lui o il suo rappresentante legale a causa della loro assenza, non hanno potuto sottoscriverlo.


11.2                     
Il venditore è obbligato a controllare la merce subito dopo averla ricevuta. Le merci che possono essere controllate tramite la bolla e se non corrispondono alla stessa o presentano difetti evidenti, ciò deve essere fatto valere subito per iscritto dall´acquirente sulla bolla. Se lo stesso tralascia questo passaggio, la consegna e la prestazione, s´intendono approvate.




12.   PREZZO

12.1                     
I prezzi s´intendono, se non diversamente concordato, franco fabbrica netti (senza I.V.A.), senza imballaggio e senza carico.


12.2                     
I prezzi citati nella documentazione generale del venditore possono essere cambiati in linea di massima in ogni momento senza preavviso.


12.3                     
I prezzi si basano sui costi al momento della consegna dei prezzi. Se i costi dovessero cambiare fino al momento della consegna, tali cambiamenti sono a carico dell´acquirente.




13.   PAGAMENTO

13.1                     
Il pagamento è da eseguire corrispondentemente alle condizioni di pagamento concordate. Se non sono state concordate alcune condizioni di pagamento, un terzo del prezzo è da pagare subito al ricevimento della conferma d´ordine, un terzo a metà del tempo di consegna e il resto a consegna avvenuta. Indipendentemente da ciò, l´I.V.A. contenuta nella fattura è in ogni caso da pagare entro 30 giorni dal resoconto.


13.2                     
L´acquirente non ha il diritto di trattenere pagamenti per via di diritti di garanzia o altre rivendicazioni che il venditore non abbia riconosciuto.


13.3                     
Se l´acquirente è in ritardo con un pagamento concordato o un´altra prestazione, il venditore può o insistere sull´adempimento del contratto e


a)      Posticipare l´adempimento dei suoi obblighi fino al saldo dei pagamenti arretrati o di altre prestazioni.

b)      Far ricorso ad un´adeguata proroga del termine di consegna.

c)       Mettere in scadenza l´intero prezzo d´acquisto ancora non pagato.

d)      Se da parte del venditore non ricorrono le cause di esclusione ai sensi dell´art. 7, mettere in conto alla scadenza interessi di mora pari al 7,5% al di sopra del tasso base della Banca Centrale Europea oppure dietro concessione di una proroga, dichiarare il recesso dal contratto.

13.4                     
L´acquirente deve in ogni caso rimborsare al venditore come ulteriori danni di mora, costi di sollecito e di gestione.


13.5                     
Se l´acquirente con il decorso della proroga secondo il punto 13.3 non abbia eseguito il pagamento o altra prestazione, il venditore tramite comunicazione scritta può recedere dal contratto. L´acquirente deve, sotto esortazione del venditore, restituire a quest´ultimo le merci già consegnate e corrispondergli un risarcimento per la sopraggiunta diminuzione di valore delle stesse, così come per tutte le spese giustificate, che il venditore per l´adempimento del contratto ha dovuto sostenere.


Riguardo alle merci non ancora consegnate, il venditore ha il diritto di mettere a disposizione dell´acquirente le parti pronte o meglio preparate e per queste pretendere la parte corrispondente del prezzo di vendita.



14.   PATTO DI RISERVATO DOMINIO

14.1                     
Fino al completo adempimento di tutti gli obblighi finanziari concordati o altri obblighi dell´acquirente che risultano dalle condizioni di consegna e di pagamento, il venditore si riserva il diritto di proprietà sull´oggetto dell´acquisto e ha il diritto di confisca delle merci consegnate senza previa querela o ricorso di un giudice, se l´oggetto della consegna non sia stato completamente pagato. Il venditore ha il diritto di rendere nota esteriormente la sua proprietà sull´oggetto della consegna. L´acquirente deve accondiscendere ai necessari obblighi di forma a tutela del patto di riservato dominio. In caso di pignoramento o altri ricorsi, l´acquirente è tenuto a far valere il diritto di proprietà del venditore e d`informare lo stesso immediatamente.


14.2                     
L´acquirente è obbligato a tenere tutti gli oggetti in modo ordinato e ad assicurarli per la durata del patto di riservato dominio contro furto, danni causati dal fuoco, acqua,pericolo di esplosione, macchine e altri danni. A garanzia, nel caso in cui si verifichi uno di questi eventi, ci sono i diritti che il venditore può far valere contro l´assicurazione.


14.3                     
Attraverso un possibile ritiro dell´oggetto dell´acquisto da parte del venditore non sussiste il recesso dal contratto, se non nel caso in cui ciò sia espressamente dichiarato per iscritto dal venditore. Il venditore è autorizzato dopo il ritiro dell´oggetto dell´acquisto alla sua realizzazione. Quanto ricavato dalla realizzazione è da dedurre dal debito del committente, sottraendo opportunamente i costi di realizzazione.


14.4                     
Dispositivi, strumenti, modelli o altre strutture realizzati in base ai calcoli e /o disegni del venditore, rimangono di proprietà del venditore, se non è stato concordato altrimenti.


15.   GARANZIA

15.1                     
La durata della garanzia é per


a)      Beni mobili e/o parti di 2 anni

b)      Beni immobili e/o parti di 3 anni

c)       La garanzia non si estende a parti usurate come ad es. guarnizioni, mattoni refrattari, relè di commutazione, fon di accensione, deposito, parti arrugginite e fuse, parti in gomma, coclee di trasporto e di alimentazione ecc.

d)      I diritti di garanzia valgono solo se, una volta all´anno è eseguita la manutenzione da parte del servizio di assistenza clienti Gilles o di un commerciante specializzato autorizzato Gilles.

15.2                     
Il periodo di garanzia inizia il giorno della cessione. Per cessione s´intende ai fini della garanzia, la consegna completa e l´assemblaggio dell´oggetto della consegna sul posto, al più tardi 3 mesi dopo la consegna dell´impianto di riscaldamento.


15.3                   
Viene espressamente fatto notare che la funzione dell´oggetto della consegna nel periodo di garanzia e oltre è possibile solo se la descrizione della prestazione appartenente all´oggetto di consegna è esattamente osservata e soddisfatta.


15.4              
La descrizione della prestazione è una parte dell´oggetto della consegna ed è imprescindibile per il funzionamento del bene fornito. Oggetto della descrizione della prestazione sono:


a)      Le istruzioni per l´assemblaggio e l´uso

b)      Piano di manutenzione e del servizio

15.5                     
Alla ricezione della consegna, l´acquirente deve comunicare per iscritto difetti non facili da accertare, al più tardi però prima della scadenza dei termini di garanzia.


15.6                     
Il venditore è tenuto, conformemente alle disposizioni che seguono, ad eliminare ogni imperfezione che compromette l´utilizzazione e che riguarda un errore di costruzione, del materiale o dell´esecuzione.


15.7                     
L´acquirente può invocare quest’ articolo solo se rende noti per iscritto immediatamente i difetti al venditore. Il venditore informato in questo modo deve, se le imperfezioni, secondo le disposizioni di quest’ articolo, debbano essere essere dallo stesso eliminate, a sua scelta:


a)      Ritoccare la merce difettosa sul luogo di consegna

b)      Farsi rispedire indietro le merci difettose o le parti allo scopo di ritoccarle

c)       Sostituire le merci o le parti difettose.

15.8                     
Se il venditore si fa rispedire indietro le merci o le parti difettose allo scopo di ritoccarle o sostituirle, è l´acquirente, se non è stato concordato diversamente, a prendersi carico dei costi e del rischio del trasporto. Nella spedizione di ritorno delle merci o parti ritoccate o sostituite, se non diversamente concordato, le spese e i rischi sono assunti dal venditore.


15.9                     
Le merci o parti difettose sostituite secondo quest’ articolo, sono a disposizione del venditore.


15.10                  
Dei costi riguardanti l’eliminazione di un difetto da parte dell´acquirente, deve accollarsene il venditore, solo se lo stesso ha dato a tal proposito il suo consenso scritto.


15.11                  
Per quelle parti di merci percepite da subfornitori, il venditore risponde soltanto nei limiti dei diritti di garanzia a lui stesso spettanti nei confronti dei subfornitori.


15.12                  
Se una merce è realizzata dal venditore in base a indicazioni di costruzione, disegni o modelli dell´acquirente, la responsabilità non si estende all´esattezza della costruzione bensì al fatto che la realizzazione è avvenuta secondo le indicazioni dell´acquirente. L’acquirente in questi casi di eventuale infrazione dei diritti di tutela deve garantire che il venditore non venga citato e nemmeno sia chiamato a risarcire danni a terzi.


15.13                  
L´obbligo di garanzia del venditore non vale quando cause di forza maggiore o altre secondo l´art. 7 portano al danneggiamento, l´imperfezione, o la perdita di proprietà delle merci consegnate o delle parti consegnate.


15.14                  
L´obbligo di garanzia del venditore vale solo per i difetti sorti nel rispetto della descrizione delle prestazioni e quindi tra gli altri, delle istruzioni per l´uso, come pure in caso di normale utilizzo.


Non vale in particolare per difetti che riguardano:

l´errata collocazione da parte dell´acquirente o dei propri delegati, cattiva manutenzione, riparazioni o cambiamenti sbagliati effettuati senza il consenso del venditore da una persona diversa dal venditore o dai suoi incaricati, normale logoramento di parti sottoposte ad usura che portano a disfunzioni.

15.15                  
In caso di accettazione di incarichi di riparazioni o di cambiamento di ricostruzioni di merci vecchie e altrui, nonché di consegna di merci usate, il venditore non si assume alcuna responsabilità.


15.16                  
Dall´inizio del termine di garanzia il venditore non si assume responsabilità diverse da quelle definite in quest´articolo.




16.   RESPONSABILITÁ

16.1                     
Vale espressamente come concordato che il venditore non è tenuto al risarcimento dei danni nei confronti dell´acquirente per ferimento di persone, per danni a merci, che non sono oggetto del contratto, per altri danni e per mancati profitti nella misura in cui non si evinca dalle circostanze del singolo caso, un comportamento gravemente incurante del venditore.


16.2                     
L´oggetto dell´acquisto offre solo quella sicurezza, che ci si può aspettare in virtù delle regole di collaudo, delle istruzioni d´uso, delle disposizioni del venditore riguardo al trattamento dell´oggetto dell´acquisto – in particolare in considerazione di tutti gli eventuali controlli prescritti - e altre indicazioni.


16.3                     
In caso di lieve incuranza del venditore, nella misura in cui l´art. 16 trovi applicazione, il risarcimento del danno è pari al 5% dell´ammontare dell´ordine e tuttavia limitatamente ad un massimo di 100.000 Euro.


16.4                     
Nel caso in cui la causa del danno da attribuirsi al venditore si basi sulla- intenzione o sulla grave incuranza, la copertura del danno è limitata alla somma massima riconosciuta dall´assicurazione contro i rischi di responsabilità sul prodotto.


16.5                     
Altri diritti di risarcimento danni derivanti da difetti della consegna e/ o prestazione devono – nel caso in cui tali difetti non vengano espressamente riconosciuti dal venditore – essere fatti valere giuridicamente al più tardi alla scadenza dei termini di garanzia contrattualmente fissati, pena la decadenza degli stessi.




17.   DANNI CONSEGUENTI

17.1                     
Salve altre disposizioni, in queste condizioni è esclusa la responsabilità del venditore nei confronti dell´acquirente per l´arresto della produzione, mancati profitti, perdita dell´utilizzo, perdite contrattuali o ogni altro danno economico o indirettamente conseguente.


18.   RIVENDITA

18.1                     
La rivendita dell´oggetto dell´acquisto consegnato dal venditore, non usato, è consentito solo agli acquirenti che sono stati autorizzati a ciò dal venditore in forma scritta e con condizioni di accompagnamento. Altri acquirenti che in merito a ciò vendono senza autorizzazione del venditore, devono risarcire il venditore con una sanzione convenzionale del 25% del prezzo di acquisto.




19.   TUTELA DEI DATI

19.1                     
Il venditore ha il diritto, nell´ambito del movimento d´affari, di salvare , trasmettere e rielaborare dati personali dell´acquirente.


19.2                     
Le parti si obbligano a mantenere il più assoluto riserbo rispetto a terzi, riguardo a informazioni messe a loro disposizione in virtù di rapporti commerciali.




20.   FORO COMPETENTE; DIRITTO APPLICABILE; LUOGO DI ADEMPIMENTO

20.1                     
Foro competente per tutte le controversie direttamente o indirettamente risultanti dal contratto, è il tribunale locale austriaco competente per la sede del venditore. Il venditore può tuttavia chiamare anche il tribunale competente per il compratore.


20.2                    
Le parti possono anche concordare la competenza di un giudice conciliatore.


20.3                     
Il contratto è soggetto alla normativa austriaca con esclusione della Convenzione delle Nazioni Unite sui contratti di compravendita internazionale di merci.


20.4                     
Per il pagamento e la consegna, indipendentemente dalla modalità di pagamento, è valido come luogo di adempimento, la sede del venditore, anche quando la cessione avviene secondo gli accordi in un altro luogo.




21.   VARIE ED EVENTUALI

21.1                     
Il committente della costruzione deve procurarsi l´autorizzazione presso gli uffici competenti per l´installazione dell´oggetto della vendita.


21.2                     
Elementi costruttivi vengono ripresi e solo se sono in stato perfetto e se non sono state realizzate specificatamente come componenti particolari per il singolo impianto /cliente. Per parti riprese vengono messi in conto diritti amministrativi pari al 15% del valore. Le parti riprese vengono accettate solo entro 4 settimane dopo la consegna.